Coppa d’Africa 2012 – Quarti di finale: il Ghana ringrazia il portiere della Tunisia e vola in semifinale

Con la sfida tra Ghana e Tunisia si è completato il quadro delle magnifiche quattro semifinaliste che si contenderanno la vittoria nella Coppa d’Africa 2012. L’ultima formazione in ordine di tempo a qualificarsi è il Ghana, che nel suo quarto di finale ha sconfitto la Tunisia, in quella che si preannunciava come la sfida più interessante di questa fase della competizione. Black Star, che tuttavia, hanno avuto la meglio sulle aquile di Cartagine solo dopo i tempi supplementari, favorite da un errore del portiere tunisino che, di fatto, ha regalato la vittoria ad Asamoah e compagni.

Allo “Stade de Franceville” dell’omonima città del Gabon, partita subito in discesa per i ghanesi che hanno trovato il vantaggio dopo appena 10’ di gioco con uno stacco perentorio del difensore Mensah. Tunisia poco reattiva e Black Star vicini al raddoppio, ma Khelifa a fine primo tempo pareggiava la rete ghanese. Risultato che perdurava per tutto il secondo tempo, tanto che si doveva ricorrere ai tempi supplementari e proprio al 101’ Mathlouthi combinava la frittata: palla persa e A.Ayew a porta libera depositava in rete per il 2-1 finale.

Ghana che mercoledì 8 febbraio affronterà lo Zambia per cercare di accedere alla finalissima di questa Coppa d’Africa. Per la Tunisia una competizione condotta a testa alta, segnata dall’infortunio tecnico di un proprio giocatore proprio nel momento decisivo, ma comunque più che positiva per le aquile di Cartagine.

Match emozionante fin da subito. Il Ghana alla prima occasione della partita passa in vantaggio: calcio d’angolo per le Black Star battuto da Badu, Mensah irrompe di testa e insacca imparabilmente alle spalle del portiere tunisino per l’1-0 ghanese. Seconda rete nella competizione per l’ex difensore di Chievo e Modena. Gli uomini si Stevanovic sono i padroni del gioco in questa prima parte di match e si rendono nuovamente pericolosi al 22’ con uno dei calciatori di maggior talento, Andrè Ayew: punizione del giocatore del Marsiglia, fuori di poco. La prima conclusione della Tunisia arriva solo al 24’. è il difensore Chemmam a cercare gloria in avanti, ma il suo tiro termina mestamente fuori. Partita abbastanza spigolosa.

Ghana che torna ad affacciarsi in area avversaria al 31’ con il primo tentativo dell’incontro di Gyan, tiro dell’attaccante dell’Al-Ain ben parato dal portiere tunisino Mathlouthi. Ancora Black Star: Ayew, uno dei più pericolosi, tenta la fortuna con un colpo di testa al 37’, ma la palla colpita dal numero 10 termina al lato. Ghanesi che sembrano amministrare la gara, ma la Tunisia è viva e lo dimostra prima con un tiro al 39’ del centrocampista Saihi che termina fuori, poi con il goal del pareggio siglato da Khelifa. Stacco di testa dell’attaccante dell’Evian sull’assistenza di Dhaouadi e 1-1 delle aquile di Cartagine. Ghana che, subito il colpo, cerca di ricomporsi, buttandosi a capo fitto all’attacco, ma il risultato non cambia e dopo 3’ di recupero il signor Alioum fischia la fine del primo tempo.

Il ct ghanese è costretto ad effettuare un cambio dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa: J.Mensah, l’autore del goal delle Black Star, è colpito duro da Saihi ed è costretto ad uscire. Al suo posto entra Vorsah. Secondi 45’di gioco che latitano in quanto ad emozioni, tanto che la prima conclusione arriva solo al 60’, quando Asamoah ci prova con una conclusione dalla distanza, ma il tiro del giocatore dell’Udinese termina abbondantemente fuori. Due minuti dopo è il turno dell’altro “bianconero”, Badu: colpo di testa che questa volta è preda del portiere tunisino. Ghana comunque che ci prova maggiormente, magrebini più guardinghi. Entra anche l’altro Ayew, Jordan, in luogo del neo milanista Muntari. Pressione ghanese che continua al 65’: tiro pericoloso di Gyan, palla fuori.

Torna a farsi vedere anche la Tunisia con la prima conclusione in porta della serata del talentuoso Msakni, uno degli uomini migliori della squadra di Trabelsi visti fin qui nel torneo continentale. Palla che, deviata, termina fuori. Ghana che si riaffaccia in area tunisina tra il 75’ ed il 77’, prima con Gyan e poi col neo entrato Jordan Ayew, ma in entrambe le occasioni l’estremo difensore tunisino è attento e sventa la minaccia. Gioco interrotto per qualche minuto per un infortunio occorso al difensore tunisino Ifa che, dolorante, è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, sostituito da Boussaidi. Match che sembra non potersi sbloccare e tempi supplementari che si avvicinano sempre più. Occasione pericolosa per il neo entrato nella Tunisia Jemma, il portiere ghanese è attento e devia in calcio d’angolo. 3’ di recupero non bastano: Ghana e Tunisia vanno ai supplementari.

Prime conclusioni del primo dei due extra time di Khelifa per la Tunisia e Jordan Ayew per il Ghana, ma entrambi i tiri vengono respinti dalle difese avversarie. Svolta dell’incontro al 101’: topica del portiere tunisino Mathlouthi che si lascia sfuggire la palla nel tentativo di bloccare un cross in uscita alta, Andrè Ayew, appostato, recupera la sfera e deposita in fondo al sacco per il 2-1 Ghana. Erroraccio dell’estremo difensore magrebino che di fatto ha regalato il vantaggio agli avversari. Nel recupero del primo tempo supplementare la Tunisia avrebbe il modo di giungere all’immediato pareggio, ma Msakni si divora una grossa opportunità, mandando il pallone al lato dopo un colpo di testa. Per la Tunisia si fa sempre più dura: i magrebini perdono la testa e rimangono in 10 uomini per l’espulsione di Abdennour, reo di un brutto fallo su A.Ayew. L’altro Ayew, Jordan, ci prova su punizione al 112’, ma la conclusione del giovane ghanese termina direttamente fuori, così come il tiro del fratello Andrè qualche minuto dopo. Match che in pratica si conclude qui: Ghana in semifinale, Tunisia a casa a testa alta.

IL TABELLINO

GHANA-TUNISIA: 2-1 dts (1-1)

GHANA (4-2-3-1): Larsen; Inkoom, J.Mensah (8’st Vorsah), Boye, Alhassan; Annan, Badu; Muntari (19’st J.Ayew), Asamoh, A.Ayew; Gyan (10’pts Tagoe). All.: Stevanovic.

TUNISIA (4-3-2-1): Mathlouthi; Ifa (37’st Boussaidi), Haggui, Abdennour, Chemmam; Traoui, Ragoued, Saihi (24’st Jemaa); Msakni, Dhaouadi (15’pts Darragi); Khelifa. All. Trabelsi.

Arbitro: Alioum (Camerun)

Marcatori: 10’ J.Mensah (G), 42’ Khelifa (T), 101’ A.Ayew (G)

Ammoniti: Boye, Badu, Annan (G), Haggui , Msakni (T)

Espulsi: Abdennour (T)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.