Coppa d’Africa 2012 – Quarti di finale: Costa d’Avorio avanti tutta. 3-0 alla Guinea Equatoriale

Dopo lo Zambia, che nel pomeriggio aveva strapazzato 3-0 il Sudan, la seconda squadra che accede alle semifinali della Coppa d’Africa 2012 è la Costa d’Avorio. Troppo forti gli elefanti per la sorpresa Guinea Equatoriale, una delle due nazioni organizzatrici della manifestazione, insiene al Gabon, che deve arrendersi alla superiorità della squadra ivoriana, non senza però aver combattuto. A Malabo, 3-0 il risultato finale a favore dei ragazzi del ct Zahoui.

Protagonista nel bene e nel male è stato l’uomo più atteso, quello forse di maggior tasso tecnico e carisma in campo, Didier Drogba. L’attaccante del Chelsea prima ha fallito un calcio di rigore, quando il punteggio era ancora fermo sullo 0-0, poi però si è fatto perdonare alla grande, firmando la doppietta con la quale la Costa d’Avorio supera il suo quarto di finale. Il goal di Yaya Tourè nel finale ha chiuso definitivamente il match.

Ora gli elefanti attendono di conoscere quale tra Gabon e Mali sarà la squadra che si frapporrà loro nel cammino verso una finale annunciata. Per la Guinea Equatoriale, comunque, si è trattata di una grandissima soddisfazione l’essere arrivata a questo punto della competizione. I guineani, lo ricordiamo, erano debuttanti assoluti e sono stati in grado, al primo tentativo, di superare addirittura la fase a gironi, eliminando un top team come il Senegal.

Ivoriani che, come era prevedibile, cominciano l’incontro all’attacco, tanto che passano solo due giri di lancette e arriva la prima conclusione: è Drogba, il più atteso, a impegnare con un gran tiro il portiere Danilo, ma il tiro è centrale e l’estremo guineano respinge. Pressione costante dehli elefanti che costringono gli avversari nella propria metà campo; Guinea Equatoriale in difficoltà che paga il maggior tasso tecnico e la fisicità degli esperti avversari. Eloquente il possesso di palla dopo 22’: Costa d’Avorio 61%, mentre la Guinea è al 31%, anche se in realtà i tiri in porta sono stati pochi. Grande occasione per gli ivoriani al 24’, ma Gradel da ottima posizione sbaglia incredibilmente.

Colpo di scena al 28’: Doe stende in area di rigore Zokora, per l’arbitro, il signor Maillet non ci sono dubbi ed è rigore. Dal dischetto naturalmente va Drogba, ma Danilo è straordinario nel riflesso e para il tiro dell’attaccante ivoriano. Il bomber del Chelsea si fa perdonare poco dopo, approfittando un errato disimpegno della difesa avversaria e infilando imparabilmente l’estremo difensore guineano. Il primo tentativo della partita per i padroni di casa arriva solo al 41’, quando Alvarez tenta un tiro da fuori area, col pallone che esce di poco dallo specchio della porta difesa da Barry. Ci prova anche Randy per i guineani, ma l’estremo ivoriano c’è e si va al riposo sull’1-0.

Secondi 45’ che si aprono con la riproposizione dello stesso duello: ancora Randy al tiro e Barry che respinge il pericolo. la Costa d’Avorio sembra controllare abbastanza agevolmente gioco e risultato, mentre i guineani ce la mettono tutta, ma è difficile superare la coppia centrale formata da Kolo Tourè e Bamba. Tentativo di testa al 61’ del nuovo entrato Tazemeta, ma la palla sorvola di poco la porta ivoriano. Elefanti che rompono gli indugi e raddoppiano al 69’ con un poderoso stacco di testa ancora di Drogba: il numero 11 si alza a raccogliere un cross perfetto di un compagno e insacca per il 2-0 Costa d’Avorio, ormai a un passo dalle semifinali.

Girandola di sostituzioni e certezza del passaggio del turno che arriva circa dieci minuti dopo quando Yaya Tourè fa tris: splendida parabola su punizione del giocatore del Manchester City e Guinea Equatoriale definitivamente al tappeto. Ultimo estremo tentativo dei guineani di trovare almeno il platonico goal della bandiera, ma il tiro di Rui al 92’ esce fuori. Triplice fischio finale del direttore di gara e grande festa per il passaggio del turno nelle strade di Abidjan e delle altre città ivoriane.

IL TABELLINO

COSTA D’AVORIO-GUINEA EQUATORIALE: 3-0 (1-0)

COSTA D’AVORIO: Barry; Gosso, Bamba, Kolo Toure, Boka; Coulibaly (42’st Eboue), Zokora (32’st Bony), Yaya Toure, Gradel (40’st Kalou); Drogba, Gervinho. All.: Zahoui.

GUINEA EQUATORIALE: Danilo; Alvarez, Doe, Rui, Kamissoki (39’st Fabiani); Randy, Konate, Edjogo, Ekedo (1’st Tazemeta); Ekanga (26’st Bolado), Balboa. All.: Gílson Paulo.

Arbitro: Maillet (Seychelles)

Marcatori: 36’ e 69’ Drogba (C), 81’ Yaya Torurè (C)

Ammoniti: Edjogo (G)

Espulsi: –

Note: 29’ Danilo (G) respinge un rigore a Drogba (C)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.