Il Panzer Klose trascina la Lazio. Chievo ko al Bentegodi

Dopo due sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia, la Lazio di Edy Reja torna alla vittoria e lo fa battendo, in trasferta allo stadio “Bentegodi” di Verona, il Chievo, reduce anch’esso da una bruciante eliminazione nella Coppa nazionale per mano del Siena semifinalista. 3-0 il risultato finale per Rocchi e compagni, a segno nella prima frazione di gioco con il Profeta Hernanes e nel finale con una grande doppietta del solito Klose.

Ottima affermazione, dunque, per i romani che riescono nell’impresa di espugnare un campo non facile, contro un avversario, il Chievo di mister Di Carlo, sempre ostico da affrontare. Partita viva, intensa, combattuta da entrambe le squadre che hanno dato vita ad uno spettacolo godibilissimo. Nella Lazio grandi protagonisti gli autore delle marcature, con un Klose scatenato sia come uomo assist che come finalizzatore. Veronesi dignitosi, ma troppo imprecisi sotto porta, specialmente in un paio di occasioni quando Luciano e Thereau hanno sbagliato la rete del possibile 1-1. Risultato, forse, troppo pesante per i clivensi. Lazio che scavalca l’Inter e che sale a 36 punti, a meno 2 dall’Udinese; Chievo fermo a 24 lunghezze.

Lazio più intraprendente rispetto ai padroni di casa nella prima fase del match, protagonista di buone azioni come quella costruita al 4’, quando Klose, dopo un bel numero, serve un assist al bacio per il bosniaco Lulic che calcia di prima intenzione, ma Sorrentino prima e Jokic poi allontanano la minaccia. Risposta gialloblù affidata al destro del francese Thereau, ma il tiro dell’ex Anderlecht termina altissimo. Partita dai ritmi sostenuti, ma con poche azioni da rete limpide da una parte e dal’altra, sino al 21’ quando gli ospiti passano in vantaggio. Azione insistita di Klose che serve Rocchi, tiro del capitano ribattuto, palla che viene raccolta da Hernanes che da un metro circa insacca per l’1-0 Lazio.

Vantaggio capitolino che sembra svegliare i clivensi che si rendono pericolosi con Luciano e Pellissier. Il brasiliano al 22’ ha un’occasione buona per il pareggio, ma colpisce male la sfera da buona posizione; più pericoloso il tentativo dell’attaccante valdostano, che al 28’ sfugge alla guardia di Konko e giunge al tiro, ma l’estremo difensore laziale Marchetti è attento e spedisce in corner. Risposta dei romani che giunge con una doppia opportunità a cavallo tra il 38’ ed il 39’ quando prima Biava di testa e poi Rocchi a tu per tu con Sorrentino non riescono a spedire il pallone in rete per il possibile raddoppio biancoceleste. Ancora Hernanes sugli scudi poco dopo: tiro dal limite del Profeta, ma il bravo portiere veronese para in due tempi. 2’ di recupero e fischio del primo tempo: buona Lazio, Chievo voglioso, ma sfilacciato.

La squadra di Reja ricomincia la ripresa da dove aveva terminato la prima frazione di gioco: Lulic, servito splendidamente al 47’ da Klose in versione assistman, tira, ma debolmente e Sorrentino è ancora una volta attento e blocca. Sul ribaltamento di fronte, Dias rischia l’autorete con un tocco sporco, Marchetti è attento. Occasionissima ancora per la Lazio e sempre per Lulic: da ottima posizione, l’esterno calcia malamente e la palla termina altissima. Ci prova anche Thereau con un bel destro al volo, sfera alta sulla traversa della porta biancoceleste non di molto. Secondi 45’ iniziati in maniera tambureggiante, con continui ribaltamenti e occasioni da ambo le parti.

Protagonista il brasiliano Dias al 60’ che, dopo un bel uno-due con Lulic, calcia senza però inquadrare lo specchio della porta; conclusione sbagliata, qualche istante dopo, anche per lo statunitense Bradley che spedisce alto. Match che continua a rimanere in bilico, mentre iniziano i primi cambi da una parte e dall’altra. Lulic, scatenato, si rende protagonista di un’azione travolgente al 70’, driblando tre avversari e cogliendo una clamorosa traversa, con Klose che non riesce a segnare sul rimpallo. Sul capovolgimento di fronte, Thereau si divora il goal del pareggio a tu per tu con Marchetti, sparando alto. Chievo che tenta l’assalto finale, ma più con la forza della disperazione che con idee: azione fortunosa dei clivensi al 78’, con ultimo tocco di Andreolli che finisce fuori.

Lazio che chiude i conti tra il 42’ ed il 44’ con la doppietta di Klose, sempre più trascinatore dei biancocelesti. Prima rete del tedesco che arriva in contropiede con un’azione personale del bomber, che salta Andreolli in velocità e batte di giustezza Sorrentino; il secondo goal è un tiro preciso dal limite dell’area su assist di Gonzalez.

IL TABELLINO

CHIEVO VERONA-LAZIO: 0-3 (0-1)

CHIEVO VERONA (4-3-3): Sorrentino; Sardo, Andreolli, Cesar, Jokic; Luciano (18’st Cruzado), Bradley (28’st Hetemaj), Sammarco; Thereau, Paloschi (32’st Moscardelli), Pellissier. A disp.: Puggioni, Dramè, Mandelli, Vacek. All.:Di Carlo.

LAZIO (4-3-1-2): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Gonzalez, Ledesma, Lulic; Hernanes (18’st Matuzalem); Klose (45’st Del Nero), Rocchi (36’st Cissè). A disp.: Bizzarri, Diakité, Stankevicius, Scaloni. All.: Reja.

Arbitro: Orsato di Schio

Marcatori: 21’ Hernanes (L), 42’ e 44’Klose (L)

Ammoniti: Hernanes, Ledesma, Dias, Gonzalez (L)

Espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.