Seria A, super Matri abbatte l’Udinese. La Juventus allunga in vetta

Nel secondo anticipo della 20/a giornata di Serie A, prima del girone di ritorno, la Juventus di Conte non sbaglia e batte l’Udinese in un vero e proprio scontro diretto al vertice. 2-1 il risultato per i bianconeri torinesi, a segno con una splendida doppietta del suo bomber principe Matri; nel mezzo il goal friulano di Floro Flores.

Sotto una fastidiosa nevicata durata per tutti i 90’, la capolista ha la meglio di un avversario tenace, mai domo e che esce dal terreno di gioco dello “Juventus Stadium” a testa alta. Partita intensa, divertente, nervosa a tratti, ma giocata bene da entrambe le formazioni e decisa da una splendida rete di Matri a metà ripresa. Juventus che mantiene la sua imbattibilità stagionale e sale a quota 44 punti in classifica, a più 4 dal Milan, impegnato domani sera contro il Cagliari. Friulani che scivolano a meno 6, ma che restano una delle candidate alle posizioni alte della classifica.

Partita contratta nei primi minuti di gioco, con azioni un po’confuse da una parte e dall’altra. Udinese pericolosissima nel giro di un minuto tra il 15’ e il 16’: prima Abdi ci prova dai 20 metri, poi è Armero con un bel sinistro al volo a cercare la rete, ma in entrambe le occasioni Buffon è super e devia in entrambi i casi in corner. Juventus che va vicina al goal al 23’, ma Handanovic in versione Braveheart si oppone in maniera coraggiosa a Matri, in volata solitaria verso la porta friulana, respingendo il pericolo. Occasione anche per il paraguayano Estigarribia su schema da calcio di punizione, ma la girata mancina dell’ex Cerro Porteño finisce altissimo.

Stessa sorte poco dopo per una conclusione di Quagliarella, grande ex della partita. Bianconeri torinesi che dopo qualche timore iniziale, sembrano aver preso in mano l’iniziativa del match, con l’Udinese che si chiude nella propria metà campo, ma pronta a ripartire con la velocità di Armero e Isla. Giocatori in equilibrio precario a causa del terrono scivoloso dello “Juventus Stadium”, bagnato dalla neve che continua a cadere su Torino. Juventus che passa al 42’: Estigarribia ubriaca Basta sull’out mancino, disegna un cross perfetto per la testa di Quagliarella che colpisce, grande risposta di Handanovic, ma la palla rimane là e Matri appostato come un falco ribadisce in rete da pochi passi. Ultima emozione di un primo tempo dagli alti ritmi: bene l’Udinese all’inizio, Juventus che è uscita alla distanza.

Si torna in campo ancora sotto la neve e con una novità nell’Udinese: mister Guidolin lascia negli spogliatoi Abdi e inserisce Floro Flores per dare più perso all’attacco. Botta e risposta tra il 52’ ed il 53’: Vidal calcia dai 25 metri, ma la palla tirata dal cileno termina alta; ben più pericoloso Di Natale che si libera, avanza e tira ad incrociare dal limite dell’area, palla fuori di un soffio. Il goal è nell’aria e arriva puntuale al 55’: Vidal sbaglia il passaggio a centrocampo, Isla riconquista palla, scatta verso la porta juventina e serve Floro Flores che stoppa, guarda Buffon e piazza la palla sull’angolo più lontano per l’1-1. Ancora friulani al 60’ con una buona opportunità per capitan Di Natale che servito dallo scatenato Isla arrivato scoordinato all’impatto col pallone, spedendo fuori.

Juventus che torna in vantaggio al 64’: ancora Matri, ma è stupendo il modo in cui l’ex cagliaritano riceve palla spalle alla porta, tiene lontano col corpo Ferronetti e infila imparabilmente Handanovic sul palo più lontano. Partita senza un attimo di tregua. Tentativo dalla distanza anche di Pirlo, ma la conclusione dell’ex Milan termina alta sopra l’incrocio dei pali della porta friulana. Fase di stanca del match ora, con la Juventus che cerca di amministrare gioco e risultato, mentre l’Udinese fa più fatica a organizzare i contropiedi mortiferi di inizio ripresa. Ultima fase della gara un ancora confusa e nervosa, ma non c’è più tempo per recuperare. Dopo 3’ di recupero, il signor Valeri fischia la fine dell’incontro.

TOP E FLOP JUVENTUS

Top: Barzagli, il titolo di migliore della Juve toccherebbe a Matri, autore della di una bella doppietta, ma, goal a parte, l’ex difensore di Palermo e Wolfsburg sfondera una prestazione maiuscola, l’ennesima di una stagione da grande protagonista. Attento e preciso negli anticipi, non soffre la velocità degli avanti friulani.

Flop: Vidal, il cileno, ammonito, sembra aver perso lo smalto di inizio campionato. Recupera pochi palloni e sbaglia molti passaggi, come quello da cui nasce il momentaneo pareggio ospite di Floro Flores.

TOP E FLOP UDINESE

Top: Isla, il numero 3 friulano, dopo un primo tempo di sofferenza, esce alla grande nella ripresa. Sempre propositivo, è una spina nel fianco sull’out destro della squadra di Conte. Suo l’inizio dell’azione e il passaggio per la rete dell’1-1 di Floro.

Flop: Ferronetti, in generale buona la fase difensiva, ma ha sul groppone il secondo goal juventino. Matri realizza un’ottima rete, ma lui gli lascia troppo spazio ed è poco deciso nel contrastare l’ex attaccante del Cagliari.

IL TABELLINO

JUVENTUS-UDINESE:2-1 (1-0)

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (38’st De Ceglie), Vidal, Pirlo, Giaccherini, Estigarribia (19’st Pepe); Matri; Quagliarella (16’st Marchisio). A disp.: Storari, Marrone, Borriello, Del Piero. All.: Conte.

UDINESE (3-5-1-1): Handanovic; Ferronetti, Danilo, Domizzi (28’st Battocchio); Basta, Isla (41’st Pereyra), Fernandes, Armero, Pasquale; Abdi (1’st Floro Flores); Di Natale. A disp.: Padelli, Neuton, Ekstrand, Torje. All.: Guidolin.

Arbitro: Valeri di Roma

Marcatori: 42’e 62’ Matri (J), 55’ Floro Flores (U)

Ammoniti: Vidal, Giaccherini (J), Fernandes, Ferronetti, Armero, Di Natale (U)

Espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.