Juventus-Udinese, il pre partita e le probabili formzioni

Sfida a tinte bianconere quella in scena a partire dalle 20.45 allo “Juventus Stadium” di Torino. Di fronte Juventus ed Udinese, prima contro terza, bianconeri piemontesi contro bianconeri friulani, opposti in un match incerto e aperto a tutti i risultati.

Dopo lo 0-0 del “Friuli” dello scorso dicembre, le due formazioni si incontrano di nuovo, entrambe pronte a dare battaglia per i rispettivi obbiettivi: da una parte la squadra di mister Conte punta alla vittoria per mantenere il primato in classifica e l’imbattibilità, dall’altra i ragazzi terribili di Guidolin, alla ricerca di 3 punti che vorrebbero dire aggancio proprio agli avversari  di stasera.

Tradizionali conferenze stampa pre partita per i due allenatori. Mister Conte è consapevole dell’importanza della sfida  e e della forza dei friulani: “vogliamo continuare a stupire. Sono in palio sei punti e non tre e l’Udinese è sicuramente una pretendente ad alti traguardi, esattamente come noi. Ho grande rispetto per questa partita perché è uno scontro diretto. Noi dobbiamo continuare a fare quel che di straordinario abbiamo fatto finora“.

Il tecnico salentino ne approfitta anche per parlare del mercato dei bianconeri: “se mi aspetto qualcosa di preciso per il centrocampo? Io sto pensando a preparare la partita con l’Udinese. I nostri dirigenti, invece, stanno lavorando per portare a termine delle trattative. Per me è fondamentale la partita, poi aspettiamo e vediamo cosa succede”.  

Sul nuovo arrivato Caceres, Conte si esprime così: “É un jolly difensivo: calcolando che eravamo cinque difensori, era opportuno fare un acquisto in difesa. Ci siamo parlati, l’ho salutato e gli ho dato il benvenuto.  É un calciatore che stava giocando nel Siviglia, conosce già l’ambiente e penso che ci vorrà meno tempo per inserirlo. Arriva con grande umiltà sapendo che questa squadra ha la miglior difesa del campionato“.

Sul fronte udinese, mister Guidolin appare cauto nelle dichiarazioni pre partita: “il nostro spirito sarà quello di proporre più possibile le nostre qualità, velocità e intraprendenza per innescare Totò con frequenza. Di fronte c’è una squadra solida e compatta, dobbiamo avere la forza di non cedere e ripartire ogni volta in cui ne abbiamo la possibilità. La mia filosofia non è quella di aspettarli nella nostra metà campo, ma affrontando squadre di questo tipo c’è anche il rischio di dover fronteggiare il possesso palla e la qualità altrui”.

Capitolo formazioni. In casa Juventus sono arruolabili Marchisio e Pepe, ma i due reduci da infortuni, potrebbero accomodarsi in panchina. Vucinic è out, al suo posto Del Piero favorito su Quagliarella. Per l’Udinese problemi in difesa e, soprattutto, a centrocampo: Benatia ed Asamoh sono in Coppa d’Africa, Pinzi infortunato e Isla acciaccato. Spazio dunque al giovane Battocchio e a Abdi.

Ecco le probabili formazioni che scenderanno in campo dirette dal signor Valeri di Roma.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini;  Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Estigarribia; Del Piero; Borriello. A disp.: Storari, De Ceglie, Pepe, Marrone, Giaccherini, Matri, Quagliarella. All.: Conte.

Udinese (3-5-1-1): Handanovic; Ferronetti, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Fernandes, Armero, Pasquale; Abdi; Di Natale. A disp.: Padelli, Neuton, Ekstrand, Battocchio, Fanchone, Floro Flores, Torje. All.: Guidolin.

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.