Coppa Italia, il Siena sbanca il “Bentegodi”. È semifinale

Dopo la Juventus vittoriosa ieri sera contro la Roma, il Siena è la seconda squadra ad accedere alle semifinali della Coppa Italia 2011/2012. Allo stadio “Bentegodi” di Verona, i bianconeri toscani hanno battuto per 1-0 il Chievo Verona nella sfida ad eliminazione diretta dei quarti di finale. Decisiva la rete di Mattia Destro, entrato ad inizio ripresa, al 54’ del secondo tempo.

Partita dai due volti: brutta nel primo tempo, emozionante nei secondi 45’ di gioco, in cui il Siena ha avuto il merito di sbloccare il risultato dopo pochi minuti e di resistere agli assalti dei Clivensi nonostante l’inferiorità numerica, a causa dell’ingenua espulsione di Grossi al 15’ della ripresa. Risultato storico per gli uomini di Sannino, alla loro prima semifinale in cui incontreranno la vincente della sfida tra Napoli e Inter. Chievo generoso, ma impreciso sotto porta. Da segnalare un palo nel primo tempo del gialloblù Uribe.

Prima frazione di gioco abulica e mal giocata. Chievo che si rende molto pericoloso al 10’, quando il nigeriano Uribe si libera in area e calcia di destro, ma il terzo portiere del Siena, Farelli, è attentissimo e para con l’aiuto del palo. Match che comunque fatica a decollare, con il gioco che ristagna a centrocampo, penalizzato anche dalle non perfette condizioni del terreno del “Bentegodi”. Ci prova Moscardelli al 25’, ma il sinistro dell’ex Piacenza è impreciso e finisce alta sulla traversa della porta senese.

Toscani dopo mezz’ora mai pericolosi, con i due attaccanti Reginaldo e Gonzalez ben stoppati dalla retroguardia veronese. La prima conclusione ospite arriva al 43’ proprio con Reginaldo, sinistro in corsa del brasiliano troppo debole e centrale, facile per Puggioni. Risposta Chievo affidata a Vacek che scatta palla al piede, si accentra e calcia di destro, ma il tiro del ceco termina fuori non di molto, con Farelli proteso in tuffo. Partita che si accende proprio nel finale: cross di Grossi, taglio di Mannini e palla che esce a lato; primo tempo che si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo che inizia in maniera decisamente diversa rispetto ai primi 45’: Siena in vantaggio al 54’ col neo entrato Destro che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, raccoglie una sponda aerea di Gazzi e infila Puggioni con un colpo di testa sottomisura. Pronta reazione del Chievo 4’ minuti dopo, ma il colpo di testa di Uribe è impreciso. Svolta del match al 60’: il senese Grossi si fa espellere ingenuamente per uno sgambetto volontario nei confronti di Acerbi. Siena avanti di una rete, ma che dovrà giocare mezz’ora in dieci.

Destro scatenato: conclusione coraggiosa dai trenta metri del giovane attaccante senese, palla altissima. Buona occasione anche per il finlandese Hetemaj che al 71’ prova il destro da fuori area, ma il tiro del giocatore del Chievo esce di poco a Farelli battuto. Clivensi ancora vicini al pareggio: questa volta è capitan Mandelli che sugli sviluppi di un corner non riesce a buttarla dentro. Padroni di casa che si riversano in avanti, ma in maniera un po’ confusa. All’82, tuttavia, è il Siena ad andare maggiormente vicino al raddoppio con Rossi, super la risposta di Puggioni. Arrembaggio Chievo, ma non c’è niente da fare: dopo 3’ di recupero l’arbitro fischia. Passa il Siena.

TOP E FLOP CHIEVO

Top: Moscardelli, il “mosca” si batte come un leone tra le maglie della difesa senese. Lotta, corre e gioca di sponda. Potrebbe tirare di più, ma è uno degli ultimi ad arrendersi ad un risultato che penalizza oltremodo la sua formazione.

Flop: Cruzado, il nazionale peruviano non entra praticamente mai in partita. Non spinge, non crea pericoli, non dà il suo apporto ai compagni. Confusionario come il resto della squadra nel tentativo di raggiungere il goal del pareggio.

TOP E FLOP SIENA

Top: Destro, a parte la rete da vero opportunista dell’area di rigore, il giovane attaccante marchigiano cambia il volto del reparto offensivo senese. Lotta, corre, crea gli spazi per gli inserimenti dei compagni. Si conferma uno dei punti di forza della squadra di mister Sannino.

Flop: Mannini, l’ex sampdoriano è un fantasma nel centrocampo senese. Un solo spunto nel primo tempo, quando manda a lato un buon assist di Grossi, e niente più. Giustamente sostituito al 5’ del secondo tempo con Terzi.

IL TABELLINO

CHIEVO-SIENA: 0-1 (0-0)

CHIEVO (4-4-2): Puggioni; Frey, Morero (17’st Paloschi), Mandelli (35’st Bradley), Acerbi; Dramè, Vacek, Cruzado, Hetemaj (42’st Kirilov); Moscardelli, Uribe. A disp.: Squilli, Andreolli, Jokic, Sammarco. All.: Di Carlo.

SIENA (4-4-2): Farelli; Belmonte (21’st Bolzoni), Rossettini, Rossi, Angelo; Mannini (6’st Terzi), Gazzi, Parravicini, Grossi; Reginaldo, Gonzalez (6’st Destro). A disp.: Marcone, Pesoli, Codrea, Larrondo. All.: Sannino.

Arbitro: Doveri di Roma

Marcatori: 54’ Destro (S)

Ammoniti: Vacek (C), Parravicini (S)

Espulsi: Grossi (S)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.