Coppa d’ Africa 2012 . Gruppo D: Ghana, vittoria e brividi all’ esordio

Esordio con vittoria ma prestazione poco convincente per le Black Star ghanesi che a Franceville (Gabon) battono il debuttante Botswana nella gara che da il via al girone D. Fa tutto John Mensah, il difensore del Lione segna su azione da corner a metà primo tempo e si fa espellere nella ripresa regalando qualche minuto di speranza alle Zebre che però non riescono nell’ impresa

Tutto come da pronostico dunque per la squadra di Stevanovic che ha poche difficoltà ad avere la meglio su una formazione tra le meno blasonate della competizione, basti pensare che il solo Ramatlhkwane ha esperienze fuori dal continente africano avendo giocato in Brasile con la maglia del Vasco da Gama; tutti i componenti della rosa delle Zebre gioca in patria, in quattro militano nel campionato sudafricano.
Stevanovic risparmia dall’ inizio Vorsah e Asamoah, due dei giocatori più importanti della formazioni ghanese, che vanno in panchina. In attacco i due fratelli Ayew partono larghissimi accentrandosi durante lo svolgersi dell’ azione, Asamoah Gyan è l’ unico vero riferimento offensivo, in regia Badu affiancato da Muntari e Annan.
Il primo tempo vive su ritmi piuttosto lenti, un classico di questa competizione almeno per questa prima giornata, con il Ghana che non intende accelerare aspettando senza fretta il varco giusto che arriva al  27′ quando su azione da corner il portiere Marumo va a vuoto e l’ esperto Mensah mette dentro in maniera sporca.
Il Botswana ha grosse difficoltà a uscire palla al piede dalla propria metà campo e offensivamente nel primo tempo non va oltre un tiraccio di Moemedi che termina lontanissimo dalla porta difesa da Kwarasei.
Il secondo tempo si apre con un brivido per la difesa delle Black Star: su un cross dalla sinistra di Ramohibidu è bravo di testa Moemedi a indirizzare in porta ma a portiere battuto salva tutto Boye sulla linea.
Stevanovic da spazio anche al giovane genoano Alhassan che subentra al porto di Jordan Ayew, mentre i suoi continuano a bassi ritmi non andando oltre un calcio di punizione alto di Muntari.
Al 65′ il Ghana rischia tantissimo: su una punizione a proprio favore dal limite dell’ area avversaria le Black Star concedono un impensabile contropiede sul rilancio della difesa delle Zebre, con Ramatlhkwane che si invola verso la porta e viene steso da Mensah qualche metro prima dell’ ingresso in area. L’ autore del gol ghanese va sotto la doccia per aver fermato una chiara occasione da gol, mentre la punizione a favore del Botswana non ha nessun effetto.
Il Ghana riesce a collezionare i primi fondamentali tre punti, ma delude per l’ atteggiamento tenuto soprattutto nella ripresa quando con un paio di ingenuità e, aggiungiamo, con eccessiva sufficenza, ha rischiato di compromettere una gara che non nascondeva davvero nessuna invidia. Il secondo tempo delle Black Star ha ricordato molto quello della Costa d’ Avorio contro il Sudan.
GHANA (4-3-3): Kwarasei; Pantsil, John Mensah, Boye, Inkoom; Muntari (72′ Jonathan Mensah), Badu, Annan; A. Ayew (90′ Adu), Gyan, J. Ayew (59′ Alhassan). ALL. G. Stevanovic
BOTSWANA (4-4-2): Marumo; Molthabankwe, Thuma, Ramohibidu, Letshelatebe; Mongala, Gabonamong, Nato, Motsepe (60′ Ngele), Moemedi; Ramatlhkwane.   ALL. S. Tshosane
MARCATORI: 27′ John Mensah (G)
NOTE: Espulso John Mensah (G) al 66′ per fallo da ultimo uomo
GIRONE D
CLASSIFICA
3 Ghana
0 Guinea
0 Mali
0 Botswana

 

 

Condividi
Cresciuto a pane e calcio ma malato di sport americani sia professionistici che collegiali, faceva parte del primo MondoPallone. Ha collaborato, tra gli altri, con Calciomercato.com, RealSport e Firenzenews. Ha molte esperienze di eventi sportivi dal vivo in diversi Paesi.