Salta un’altra panchina: il Crotone licenzia Menichini

Quattro sconfitte consecutive sono state fatali a Leonardo Menichini, ormai ex allenatore del Crotone, rilevato dall’incarico nelle ultime ore. Il patron Vrenna già da tempo nutriva delle perplessità sull’operato dello storico vice di Carletto Mazzone, arrivato in Calabria lo scorso anno e riuscito, dopo un primo esonero e una successiva richiamata, a condurre il club pitagorico ad una salvezza tranquilla.L’ultima debacle casalinga, al cospetto del Varese, ha fatto precipitare la situazione: la squadra è stata temporaneamente affidata a Massimo Drago, già collaboratore di Menichini, ma con ogni probabilità sarà trovato un nuovo tecnico.

Franco Lerda, a Crotone nel 2010, era la prima scelta però non c’è stato modo di convincerlo. Coltiva ambizioni diverse e risulta ancora legato contrattualmente al Torino. Si fanno i nomi di Cuccureddu, artefice della storica promozione in B nel 2000, Salvioni e Gigi Apolloni; l’ex Modena è quello che più piace ai dirigenti rossoblu, ma la partita è aperta. Qualcuno sogna invece il ritorno di Papadopulo: come a dire che il passato possa essere la cura migliore per i mali del presente.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.