Reggina-Padova 1-4. Un ottimo Padova stende gli amaranto al Granillo

Nella delicata sfida playoff tra Reggina e Padova sono i veneti a imporsi con un risultato netto. Prosegue, dunque, il periodo nero degli amaranto che hanno subito la dura contestazione del proprio pubblico, espressa con striscioni e cori di protesta.


Un buon Padova quello visto nella prima frazione di gioco, merito del dinamismo di Drame e della determinatezza di Bronzetti, un punto di riferimento importante a sinistra capace di gestire con ordine e senza sfumature. La gran mole di gioco dei biancorossi, poco concreta per la verità in area di rigore, viene premiata al 26′ quando Ruopolo insacca al volo il cross di Bronzetti; nell’occasione sono gravi le colpe del portiere Marino intervento in maniera confusa. Il gol subito e l’atmosfera pesante delle tribune del Granillo svegliano i padroni di casa che si fanno vedere con più frequenza dalle parti di Pelizzoli. Nel finale di primo tempo, però, il Padova prima sfiora il raddoppio con Drame e poi lo ottiene grazie a Cuffa, bravo a intervenire sulla spizzata di testa di Legati. Il match si riapre prima dell’ingresso negli spogliatoi: ad accorciare le distanze è Nicholas Viola grazie a una punizione da distanza considerevole con Pelizzoli apparso in ritardo.

Nel primo quarto d’ora della ripresa il Padova si rilassa bruscamente, permettendo il ritorno dei padroni di casa. Campagnacci impegna Pelizzoli, mentre D’Alessandro e Ceravolo non trovano lo specchio della porta. Dal Canto capisce il momento no della sua squadra e decide di togliere un Drame, spentosi alla distanza, per inserire Lazarevic. Il cambio si dimostra azzeccato; il Padova rinsavisce e Ruopolo trova la terza marcatura con un destro di estrema precisione finito sotto il sette del palo più lontano. L’episodio scatena la curva amaranto che mostra il proprio dissenso, bersagliando con pesanti epiteti Pasquale Foti. Nel lento svuotarsi dell’impianto reggino gli ospiti affondano per la quarta e ultima volta: il gol porta la firma di Hallenius con un diagonale rasoterra che sigilla l’ottima prestazione dello svedese.

Per la Reggina una prestazione da dimenticare e l’obbligo di riprendersi in fretta perchè sabato prossimo ci sarà un nuovo scontro diretto contro il Grosseto, anch’esso settimo in classifica.

Reggina-Padova 1-4 26′ Ruopolo (P), 44′ Cuffa (P), 45’+1′ Viola (R), 70′ Ruopolo (P), 80′ Hallenius (P)

Classifica serie B dopo la 23° giornata
Pos.SquadraPartitePunti|Pos.SquadraPartitePunti
1Sassuolo2346|12Cittadella
2330
2Torino2346|13Bari (-2)
2329
3Pescara2345|14Vicenza 2326
4Verona2344|15Livorno2325
5Padova2341|16Crotone2324
6Varese2334|17Modena2324
7Reggina2332|18Albinoleffe2323
8Grosseto 2332|19Empoli2322
9Juve Stabia (-4)2331|20Gubbio2322
10Brescia
2331|21Ascoli (-7)2318
11Sampdoria
2330|22Nocerina2316
Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it