Coppa d’ Africa 2012 – Gruppo C: Gabon, show all’ esordio

Bella vittoria per le Pantere nell’ esordio davanti al pubblico di casa, mattatori l’ ex milanista Pierre Aubameyang adesso in forza al St. Etienne e l’ esterno N’ Guema. Il Niger conferma il ruolo di squadra tra le meno attreazzate della competizione.

Esordisce in Gabon la Coppa d’ Africa e, come accaduto in Guinea Equatoriale, lo fa con la squadra di casa che affronta il Niger nella prima giornata del gruppo C. Sin dalle prime battute la gara la fa il Gabon, sospinto dal pubblico di casa dello stadio ‘d’ Angondjé’ di Libreville; i limiti tecnici del Niger, all’ esordio assoluto alla fase finale della manifestazione, sono evidenti anche se in avanti l’ ex Lokeren Maazou può da solo creare grattacapi alla difesa dei padroni di casa. Il Gabon ha elemeni dotati di buon tocco palla, come Moubamba e Mouloungoui , mentre in mezzo al campo Madinda ben se la cava in regia dimostrando buona visione di gioco. Al 18′ Pierre Aubameyang spreca una ghiottissima occasione per portare in vantaggio i suoi, solo in area spara sul portire  Daouda. Ma è solo questione di tempo perché alla mezz’ ora le Pantere passano: cross a campanile dalla destra di N’Guema che scavalca il colpevole Daouda, Aubameyang è lesto ad approfittarne e a mettere di testa sotto la traversa. Esplode il pubblico di casa, in un atmosfera che solo la gente d’ Africa sa creare. Il Niger ha una fiammata intorno al 40′ ma non riesce a proporre più di una mischia in area e di un buono spunto di Maazou. Il raddoppio gabonese arriva in chiusura di primo tempo con N’Guema che segna in tap-in dopo la bella respinta di Daouda sul colpo di testa del solito Aubameyang.
La ripresa è ormai segnata dai due gol delle Pantere nei primi quarantacinque minuti e non riserva grosse sorprese, il Gabon preme per arrotondare il punteggio ma deve accontentarsi di un 2-0 che fa ben sperare per il passaggio del turno, aspettando le due gare più impegnative. Nel finale spazio anche per la stella di casa, non più giovanissima, Daniel Cousins, attaccante ex Rangers, Lens e Hull City che potrebbe chiudere la carriera proprio al termine della competizione.
 Il Gabon era senza dubbio più quotato del Niger alla vigilia, con 8 giocatori che giocano in Francia più altri impegnati tra Spagna, Ungheria e Russia. Il Niger ha solo tre calciatori con esperienze nei campionati europei e delle formazioni viste sin qui quella dei Mena (nome con cui viene chiamata la nazionale di calcio) sembra onestamente una delle peggiori.
 
 
GABON(5-4-1): Ovono; Mouele, Ecuélé Manga, Ebanega, Poko (90′ Palun), Moussono; N’Guema (75′ Mbanangoye), Madinda, Moubanba, Aubameyang (84′ Cousins); Mouloungoui. ALL. G. Rohr
NIGER (4-4-2): Daouda, Mazadou (57′ Bulus), Amadou Dodo, Mohamed, Soumalia; Talatou (63′ A. Kalala), Lancina, Lauali, Issoufou; Dante (43′ Seydou), Maazou. ALL. H.D. Gabde
MARCATORI: 30′ Aubameyang (G), 45′ N’Guema (G)
 
 
CLASSIFICA GRUPPO C
3 Gabon
0 Marocco
0 Tunisia
0 Niger
 
 
Condividi
Cresciuto a pane e calcio ma malato di sport americani sia professionistici che collegiali, faceva parte del primo MondoPallone. Ha collaborato, tra gli altri, con Calciomercato.com, RealSport e Firenzenews. Ha molte esperienze di eventi sportivi dal vivo in diversi Paesi.