Dietrofront Mourinho: “Pepe è convocato. Io gli credo non l’ha fatto a posta”

Nella conferenza stampa che presenta la prossima gara del Real Madrid contro l’Athletic Bilbao, Josè Mourinho stupisce tutti e dopo le belle parole dei giorni scorsi su Pepe che avrebbe dovuto essere sospeso per un paio di settimane per lo scempio mostrato nella gara contro il Barça, torna sui suoi passi. Il tecnico del Real, infatti, ha dichiarato di credere al giocatore che all’indomani del pestone “volontario” su Messi, aveva affermato di non averlo fatto a posta. Per questo motivo, Mou ha deciso di convocarlo per la sfida di campionato contro il Bilbao.

In conferenza, Mou ha spiegato: “Lui ha parlato, e per me basta. La scorsa stagione non vi ho visto dubitare quando un giocatore fu accusato di aver fatto un commento razzista (episodio Busquets-Marcelo). Il giocatore ha negato, il suo allenatore ha detto che gli credeva e così ha fatto la Uefa, l’organismo massimo. Nessuno ha dubitato. Ora Pepe ha detto che il suo non è stato un gesto intenzionale. Se avesse detto pubblicamente il contrario si che mi sarei arrabbiato sul serio. Ma ha detto che non è stato intenzionale. E allora se qualcuno pensa che Pepe sia un bugiardo lo dica ma si assuma le sue responsabilità“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it