Pato salva il Milan, poi si fa male. Il Novara esce sconfitto ai supplementari

Brutto Milan quello visto stasera negli ottavi di Finale di Coppa Italia contro il Novara. La squadra di Allegri, chiamata a dare una risposta convincente dopo la sconfitta nel derby, deve attendere 120 minuti prima di avere la meglio sul modesto ma tenace Novara di Attilio Tesser. I rossoneri, orfani oltre ai vari infortunati di Ibrahimovic e Van Bommel, si presentano con Pippo Inzaghi a guidare l’attacco con al suo fianco Il Piccolo Faraone Stephan El Shaarawy, grande protagonista del match. Inizio soporifero della partita col numero nove milanista che ci prova ma che paga il lungo periodo di assenza. E’ un lampo di El Shaarawy che al 24′ porta in vantaggio il Milan. Grande spunto dell’ ex Padova che lascia sul posto un impacciato Paci e scarica un destro sul secondo palo dove il pur ottimo Fontana di questa sera non può arrivare. E’ ancora il ragazzo di origini egiziane che cerca il raddoppio con maggiore insistenza, sfiorando la doppietta quando al 36′ si accentra con uno scatto bruciante e calcia verso la porta ben difesa da Fontana.  Il Milan del primo tempo è tutto qui. Nella ripresa al quarto d’ora Allegri sostituisce un insoddisfatto Inzaghi con Pato, finito nell’occhio del ciclone dopo la sconfitta con l’Inter.  Anche Tesser cambia qualcosa sostituendo il capitano Centurioni con Jeda passando dal 5-3-2 iniziale al più offensivo 4-3-3. El Shaarawy mostra ancora le sue enormi potenzialità quando dopo un doppio sombrero su Radovanovic, favorisce Robinho, subentrato ad Emanuelson, che a sua volta scambia con Pato il quale spreca calciando alto. Quando ormai la partita era destinata a terminare sull’1-0 ecco il gol che non ti aspetti. Radovanovic calcia una rasoiata su punizione che sorprende Amelia, lento e macchinoso nel buttarsi, a due minuti dalla fine. Sono necessari i tempi supplementari e proprio Pato, che  iniziava a essere fischiato per la terza punizione calciata in curva, trova il gol del definitivo 2-1 scattando in leggera posizione di fuorigioco e scaricando in porta il pallone, dopo aver superato con uno splendido colpo sotto Fontana. Robinho sfiora il tris colpendo il palo su un bellissimo cross del pimpante Abate, entrato in campo nel primo tempo supplementare con grande voglia di rivalsa dopo l’errore di domenica sera. Prima del triplice fischio che ha sancito la qualificazione del Milan ai quarti di finale dove incontrerà la Lazio, Pato si blocca accusando un piccolo risentimento e addirittura esce dal campo lasciando i suoi in dieci per gli ultimi 5 minuti. Nuovo stop in vista per il Papero?

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.