Cossu frena la Juventus. Bianconeri stoppati in casa dal Cagliari

In attesa del derby della Madunina tra Milan e Inter, la Juventus di Antonio Conte si fa stoppare in casa da un ostico Cagliari, perdendo così la ghiotta occasione di portarsi, pur se momentaneamente, a più 3 sui rossoneri. Allo Juventus Stadium di Torino, i bianconeri impattano 1-1 contro i sardi di mister Ballardini per effetto delle reti di Vucinic, tornato al goal dopo un lungo digiuno, per i torinesi e Cossu per gli ospiti. Dopo questo mezzo passo falso, la Juventus sale a quota 38 punti, mentre i rossoblù isolani vanno a 22.

Pareggio inaspettato, dunque, per i ragazzi di mister Conte che potrebbero vedersi scavalcati in classifica dal Milan qualora stasera i rossoneri vincessero la loro partita contro l’Inter. Eppure, il match per i bianconeri si era messo subito bene, visto che Vucinic aveva portato in vantaggio i suoi dopo appena 7’ dall’inizio della partita, ribadendo in rete un perfetto assist di Liechsteiner. La sterile supremazia bianconera non ha consentito ai torinesi di raddoppiare e, ad inizio ripresa, i sardi hanno pareggiato con Cossu, riuscendo poi ad opporsi agli assalti juventini e portare a casa un ottimo risultato. Rossoblù che tutto sommato hanno meritato il punto conquistato.

Parte benissimo la formazione juventina che al 7’ passa in vantaggio col montenegrino Vucinic che trasforma in rete un perfetto assist dalla destra di Liechsteiner. Partita in discesa per gli uomini di mister Conte, anche se Cagliari non è arrivato a Torino per svolgere il ruolo di vittima sacrificale. occasione al 13’ per il grande ex Alessandro Matri, ma la conclusione della punta bianconera esce di poco a lato della porta isolana. Juventus più intraprendente degli ospiti nei primi venti minuti del primo tempo, tant’è vero che la prima conclusione dei sardi arriva proprio al 20’ con lo svedese Ekdal che calcia in porta, ma il tiro dell’ex Bologna viene deviato in angolo.

De Ceglie a sinistra e Liechsteiner a destra spingono molto, mettendo spesso in difficoltà la retroguardia rossoblù. Ottima occasione per il raddoppio bianconero al 38’ con Pepe che, pescato in area avversaria, da ottima posizione colpisce debolmente di testa, consentendo la presa di Agazzi. Dopo nemmeno un minuto di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi sull’1-0 Juve; Cagliari volenteroso, ma poco concreto in attacco.

Secondo tempo che si apre subito con il pareggio della squadra cagliaritana: Bonucci, cercando di anticipare Ibarbo, allontana in malo modo la sfera che giunge a Cossu che calcia di sinistro e insacca. Nulla da fare per Buffon. Rossoblù che dopo la rete dell’1-1 appare più intraprendente, mentre la Juventus cerca di spingersi rabbiosamente nella metà campo avversaria. Padroni di casa che cercano di rendersi pericolosi al 62’, ma il colpo di testa del cileno Vidal è fuori misura.

Bianconeri nervosi che, col passare del tempo, fanno sempre più fatica a rendersi pericolosi dalle parti dell’estremo difensore sardo Agazzi. Vucinic al 76’ potrebbe raddoppiare e siglare la doppietta personale, ma stavolta l’attaccante montenegrino cicca il pallone e l’azione sfuma. Conte le prova tutte per vincere la sfida, mandando in campo anche il nuovo arrivato Borriello, ma la squadra piemontese appare senza idee e senza la forza di sfondare la resistenza cagliaritana. Di Krasic e Vidal le ultime occasioni nell’extra time per vincere l’incontro, ma dopo 5’ di recupero, il signor Guida dice che può bastare così.

IL TABELLINO

JUVENTUS-CAGLIARI: 1-1 (1-0)

JUVENTUS (4-3-3) Buffon; Liechsteiner, Bonucci, Barzagli, De Ceglie; Marchisio, Pirlo, Vidal; Pepe (18’st Del Piero), Matri (26’st Krasic), Vucinic (36’st Borriello). A disp.: Storari, Sorensen, Marrone, Estigarribia. All.: Conte.

CAGLIARI (4-3-1-2) Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Agostini; Dessena, Ekdal, Nainggollan; Cossu (30’st El Kabir); Larrivey (26’st Ariaudo), Ibarbo. A disp.: Avramov, Gozzi, Conti, Ceppelini, Thiago Ribeiro. All.: Ballardini.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Marcatori: 7’ Vucinic (J), 47’ Cossu (C)

Ammoniti: Matri, Barzagli (J), Cossu, Dessena (C)

Espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.