Top 11 Europa: la formazione migliore secondo Mondopallone.it

La redazione di Mondopallone.it ha stilato la migliore formazione del 2011 in Europa. Nomi facilmente intuibili e prevedibili per quanto visto sui campi di tutta Europa tra Spagna, Inghilterra, Germania, Francia e anche Italia. Una top 11 da brividi che farebbe la fortuna di qualsiasi allenatore, presidente o tifoso. Livello tecnico di questa squadra? Spaziale!

Manuel Neuer (Schalke-Bayern): trascina lo Shalke 04 alle semifinali di Champions League con prestazioni incredibili. Nel mercato estivo passa al Bayern di Monaco per ben 20 milioni di Euro. Portiere del futuro!

Dani Alves (Barcellona): con i blaugrana ha vinto praticamente tutto. Dopo la parabola discendente di Maicon, il brasiliano in Europa è il migliore nel suo ruolo per intensità e costanza, insidiato solo da Lahm del Bayern di Monaco.

Gerard Piqué (Barcellona):  marchio di fabbrica blaugrana. Un baluardo insuperabile che dà sicurezza a tutto il reparto difensivo del Barça. Per molti è anche il numero 1 fuori dal campo per aver conquistato il cuore della star mondiale, Shakira.

Thiago Silva (Milan): Arrivato dal Brasile quasi come uno sconosciuto è diventato uno, se non il più forte difensore al mondo. E’ il punto cardine della difesa del Milan e del Brasile. Imprescindibile.

Gareth Bale (Tottenham): terzino o anche esterno offensivo, il suo regno è la fascia sinistra. Il gallese è il migliore nel suo ruolo per progressione, precisione e anche vizio del gol di ottima fattura. Nella Premier di quest’anno sta trascinando gli Spurs attualmente al terzo posto dietro i due Manchester.

Mario Gotze (Borussia Dortmund): gioiellino di talento puro del Borussia Dortmund. Per tutti è il prospetto più interessante del calcio europeo e tedesco. E’ stato l’artefice della conquista del Meisterschale della scorsa stagione del suo Borussia. Astro nascente, geniale in tutto e per tutto.

Xavi Hernandez (Barcellona): la perfezione fatta persona. Dio un giorno inventò il ruolo di centrocampista e successivamente creò la figura di Xavi. Il fulcro del gioco del Barça e della Spagna, un uomo di grandi valori sia tecnici che morali che da qualche anno a questa parte incanta il mondo. 10 e lode.

Andrés Iniesta (Barcellona): Don Andrés, un altro tipo di giocatore che da del tu al pallone, fa sembrare le cose più difficili le più semplici al mondo. Con Xavi formano la coppia di creatori di gioco più forte, forse, di tutti i tempi. E’ tra l’altro l’eroe nazionale spagnolo per il gol vittoria agli ultimi Mondiali contro l’Olanda. Nato col pallone tra i piedi.

Cristiano Ronaldo (Real Madrid): l’esempio di giocatore moderno e completo. Gol a valanga per il Real Madrid che sono valsi però solo una Coppa del Re. Se non ci fosse stato il Barcellona degli alieni sarebbe sua la corona di più forte calciatore al mondo. Scatto, progressione, velocità, dribbling nello stretto, freestyle e poi gol di destro, di sinistro, di testa, in acrobazia… continuiamo all’infinito?

Mario Gomez (Bayern Monaco): 36 gol nell’ultima stagione, 60 nell’anno solare e nella Bundes di quest’anno è già salito a quota 16 gol in 17 presenze, 24 centri contando anche le coppe. Per Super Mario Gomez parlano i numeri: ariete moderno che magari non sarà esteticamente bello da vedere ma, in fondo, l’importante è buttarla dentro. Una macchina da gol.

Lionel Messi (Barcellona): ve lo ricordate il Dio di prima che inventò il ruolo di centrocampista e successivamente Xavi? Esatto, avete capito, era la Pulce, Leo Messi. Per l’argentino sono finiti anzitempo gli aggettivi, è lui il numero 1 al mondo in questo momento, uno dei più forti di tutti i tempi. Come Maradona? Forse si, forse no, tempi diversi. Fatto sta che ha già alzato il pallone d’oro 2 volte (il terzo arriverà il 9 gennaio) e il Fifa World Player. Ha inoltre vinto, a soli 24 anni, 5 campionati spagnoli, 5 Supercoppe spagnole, 1 Coppa del Re,  3 Champions League, 2 Supercoppe Europee, 2 Mondiali per Club, 1 Mondiale Under 20 con la Seleccion e, sempre con la maglia dell’Argentina, un Olimpiade nel 2008. In questa stagione è già a quota 17 gol in 16 presenze, 29 totali in 26 presenze e siamo solo a metà stagione…

Per ovvie ragioni calcistiche sono rimasti fuori da questa top 11 alcuni calciatori del calibro di Robben, Ibrahimovic, Falcao, Cavani, Van Persie, Silva, Ozil, Marcelo, Vidic, Hummels, Puyol, Lahm, Van der Sar, Casillas, Joe Hart che la redazione aveva comunque selezionato tra i migliori calciatori in Europa.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it