Serie A, gli anticipi: Milan, 3 punti col minimo sforzo! Pari tra Fiorentina ed Atalanta, rilancio del Chievo

Giocati gli anticipi della 16esima giornata della serie A: successi per il Milan, che battendo il Siena ed in attesa delle partite domenicali si porta in testa alla classifica, e per il Chievo, che dopo tre giornate torna al successo sconfiggendo e scavalcando il Cagliari. Pari ricco di gol tra Fiorentina ed Atalanta: a segno Denis, all’undicesimo centro stagionale ed ora solitario capocannoniere del campionato.

 

Chievo 2-0 Cagliari → 35′ Thereau (Chi), 57′ Sardo (Chi)

Torna alla vittoria il Chievo dopo tre giornate, nelle quali aveva racimolato un solo punto, e lo fa battendo, in casa, il Cagliari, diretta avversaria nella lotta salvezza. È Thereau a portare in vantaggio la società clivense, al 35′: il francese, servito di testa da Paloschi, difende col corpo il pallone in area di rigore e batte Agazzi. Il 2 a 0 ad inizio secondo tempo: protagonista sempre Thereau, stavolta in versione assistman; suo infatti il passaggio per Sardo, autore del raddoppio. Con i tre punti il Chievo fa un bel passo in avanti in ottica salvezza, portandosi a 19 punti e scavalcando, tra le altre, proprio il Cagliari, fermo a 18.

 

Milan 2-0 Siena → 54′ Nocerino (M), 63′ rig. Ibrahimovic (M)

Dopo lo stop della settimana scorsa a Bologna, riparte la corsa allo scudetto per il Milan che, in casa con il Siena, vince ma non convince: dopo un primo tempo passato ad assediare la porta senese senza però rendersi mai molto pericoloso e rischiando di subire anche il gol ospite, con Bolzoni, ci pensa Nocerino a sbloccare il risultato per la squadra rossonera, al 9′ della ripresa. L’ex giocatore del Palermo, sugli sviluppi di un corner, riceve in area da Robinho e calcia un rasoterra che batte Brkic. Il raddoppio arriva su rigore, realizzato da Ibrahimovic (decima marcatura stagionale) ed assegnato per un fallo, dubbio, di Brkic su Boateng, servito da Robinho dopo un rapido contropiede del Milan. Rossoneri che si portano provvisoriamente in testa alla classifica a quota 31, in attesa delle partite di Juve ed Udinese. Siena che resta a 14, quart’ultimo ed in piena zona retrocessione.

 

Fiorentina 2-2 Atalanta → 9′ Gilardino (F), 81′ A. Masiello (A), 86′ Denis (A), 88′ Jovetic (F)

Pareggio a suon di gol tra Fiorentina ed Atalanta. Prima del fischio di inizio, le due squadre ricordano i due ragazzi senegalesi uccisi martedì scorso a Firenze con un minuto di silenzio e con un video di Babacar, giocatore senegalese della Fiorentina, trasmesso sul maxischermo. La partita si sblocca subito con Gilardino che, spizzando un cross di Vargas, batte Consigli ed una disattenta difesa bergamasca e porta in vantaggio la squadra viola. Per l’attaccante campione del mondo nel 2006 è il secondo gol in campionato, tre mesi dopo il precendente, realizzato al Bologna alla seconda giornata. Nel finale del secondo tempo le altre marcature, con l’Atalanta che prima inverte il risultato con i gol di Masiello (conclusione dalla distanza sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con la complicità di Boruc, non perfetto nell’occasione) e di Denis (in scivolata su cross di Schelotto) e poi, nemmeno due minuti dopo il gol del vantaggio, subisce il pareggio toscano con Jovetic che, servito involontariamente e forse con un braccio da De Silvestri, in acrobazia riporta il risultato definitivamente in parità. Con il punto guadagnato le due squadre restano appaiate in classifica, a quota 17 punti.

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it