Caso Sion, la Fifa pronta a sospendere la federcalcio svizzera. Tremano il Basilea e la nazionale olimpica

Il 2012 potrebbe diventare drammatico per il calcio elvetico. La FIFA, infatti, è intenzionata a sospendere dal 13 gennaio l’ASF-SFV (l’associazione di calcio svizzera) da tutte le competizioni sia nazionali che di club.

 

Una minaccia legata al caso Sion e all’ esclusione di quest’ultimo in Europa League. Il Sion, infatti, fu squalificato dalla UEFA per aver schierato contro il Celtic, nel turno preliminare, sei giocatori acquistati durante un blocco di mercato. La vicenda è proseguita nelle aule di tribunali tra ricorsi e sentenze. L’ultimo capitolo si è chiuso con la decisione del TAS di Losanna che ha dato ragione alla Uefa, ma ciò non ha scoraggiato il Sion intenzionato a continuare la propria battaglia tramite il Tribunale federale svizzero. Questo aspetto non è stato gradito dalla FIFA che ha affidato alla ASF il compito di risolvere l’annoso caso entro la fine dell’anno, pena la sospensione da tutte le manifestazioni.

Trema il Basilea, futuro avversario del Bayern Monaco in Champions League. A rischio anche la partecipazione alle Olimpiadi della nazionale under 21.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it