Tessera del tifoso illegittima, accolto il ricorso del Codacons

Il Consiglio di Stato ha approvato il ricorso del Codacons e Federsupporter in merito alla tessera del tifoso. Le due associazioni contestavano, infatti, la decisione del TAR del Lazio riguardo le modalità di iscrizione per ottenere il documento.

I sostenitori delle squadre, per ricevere la tessera (e quindi anche gli abbonamenti e biglietti singoli), avevano l’obbligo di acquistare una carta di credito, che, secondo le due associazioni, rischiava di compromettere oltremodo la situazione economica dei tifosi stessi.

Preso in esame il ricorso delle due organizzazioni, il Consiglio di Stato si è espresso affermando che: “La tessera del tifoso, nelle forme in cui è ora previsto il rilascio, è illegittima in quanto può rappresentare una pratica commerciale scorretta“, precisando che: ” L’abbinamento inscindibile (e quindi non declinabile dall’utente) tra il rilascio della tessera di tifoso e la sottoscrizione di un contratto con un partner bancario per il rilascio di una carta di credito prepagata potrebbe condizionare indebitamente la libertà di scelta del tifoso-utente e potrebbe pertanto assumere i tratti di una pratica commerciale scorretta ai sensi del Codice del consumo“.

In base a queste considerazioni, l’organo statale competente e il TAR del Lazio provvederanno ad aggiornarsi convocando un’ulteriore udienza per far luce definitivamente su questa pratica ambigua.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.