Brescia, corsa a tre per il dopo-Scienza

Dopo la sconfitta di ieri pomeriggio contro il Bari è sempre più precaria la situazione di Beppe Scienza sulla panchina del Brescia. Il presidente Corioni è propenso all’esonero del giovane tecnico e sta vagliando tre ipotesi per la sua sostituzione: Alessandro Calori, Bortolo Mutti o Gigi Maifredi. Oggi il presidente delle Rondinelle si incontrerà coi dirigenti Maifredi e Iaconi per decidere il futuro dell’attuale tecnico, a cui però sembra difficile possa essere data un’altra possibilità per cercare il riscatto. Il sogno di Corioni è Bortolo Mutti, già contattato qualche giorno fa, ma la distanza economica è abbastanza elevata al momento e potrebbe rappresentare uno scoglio insormontabile per la società lombarda. La prima alternativa è Alessandro Calori, ex giocatore del Brescia, reduce da una non felice esperienza al Padova nella scorsa stagione. L’ex giocatore si sarebbe detto disponibile a sedere sulla panchina lombarda e avrebbe già un accordo di massima con la società.

Se nessuna delle due soluzioni dovesse convincere, o richiedesse più tempo per essere portata in porto, si andrebbe verso la soluzione interna con Gigi Maifredi pronto a rivestire i panni dell’allenatore e fare da chioccia ad un gruppo giovane, ma di grande potenziale, per le prossime partite.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.