Champions League: Pari Milan, Marsiglia con il cuore agli ottavi e che gol per Valbuena. Tutto facile per il Chelsea

CHAMPIONS LEAGUE – 6° TURNO

Apoel Nicosia – Shakhtar Donetsk 0-2 (62′ Luiz Adriano, 78′ Seleznyov) FINALE

12′ – Pardo para un calcio di rigore a Luiz Adriano.

62′ – Luiz Adriano porta in vantaggio lo Shakhtar. Gol inutile che mette in serio pericolo il primo posto per il Nicosia.

78′ – L’Apoel non c’è più sul terreno di gioco e lo Shakhtar ne approfitta siglando il raddoppio con Seleznyov bravo a ribattere in rete la corta respinta di Pardo sul destro potente da fuori di Fernandinho.

Porto – Zenit San Pietroburgo 0-0 FINALE

Barcellona – Bate Borisov 4-0 (35′ Sergi Roberto, 60′ Montoya, 63′ e 88′ Pedro) FINALE

35′ – Vantaggio dei canterani. In rete Sergi Roberto che dal limite con il piattone destro super il portiere del Bate dopo la solita infinita azione dei blaugrana.

60′ – Martin Montoya. Prima presenza in Champions e primo gol di pregevole fattura. Grande palla verticale di Cuenca e gol di Montoya che batte il portiere in uscita.

63′ – Tutto facile per il Barcellona dei giovani. Grandissima azione di Isaac Cuenza sul settore di destra, palla al centro, e Pedro col tacco fa 3-0.

88′ – Scatenato Isaac Cuenca che si procura un calcio di rigore, battuto in maniera perfetta ancora da Pedrito.

Viktoria Plzen – Milan 2-2 (47′ Pato, 49′ Robinho, 88′ Bystron, 93′ Duris) FINALE

47′ – Vantaggio del Milan con Alexandre Pato. Assist di Robinho, Pato prende sul tempo il suo avversario, salta il portiere, e mette dentro il gol dell’1-0.

49′ – Uno due tutto brasiliano. Robinho per Pato, Pato per Robinho e il brasiliano a porta vuota questa volta sigla la rete del 2-0.

80′ – Nota di colore. E’ entrato il classe ’95, Brian Cristante, centrocampista offensivo di cui si parla un gran bene, che ha preso il posto di Robinho. Esordio assoluto in Champions per il giovane della “cantera” rossonera.

88′ – Bella consolazione per il Viktoria Plzen che allo scadere sigla la rete dell’1-2 con Bystron.

93′ – Pareggio nei secondi finali per il Viktoria con Duris che approfitta della dormita generale della difesa rossonera.

Chelsea – Valencia 3-0 (3′ e 75′ Drogba, 21′ Ramirez) FINALE

3′ – Il Valencia è già sotto. Segna sempre lui, Didier Drogba. Assist di Juan Mata e Drogba, in area, salta un uomo e con il sinistro sigla il gol del vantaggio, preziosissimo.

21′ – Raddoppio del Chelsea. Dopo un periodo di grande difficoltà, Ramirez sfrutta la dormita dell’ex Napoli, Victor Ruiz, e con il sinistro buca sul primo palo Diego Alves. Il Chelsea vede gli ottavi.

75′ – Il Chelsea allunga e se ne va. Doppietta per Drogba che con un delizioso tocco di esterno batte Diego Alves ancora una volta su assist di Juan Mata.

Genk – Bayer Leverkusen 1-1 (29′ Fossen, 79′ Derdiyok) FINALE

29′ – Splendida rete del Genk. Gol di Fossen che gira al volo dal limite e piazza la palla all’angolino su assist di Van den Borre.

79′ – Pareggio del Bayer Leverkusen. Ancora Eren Derdiyok, al suo secondo gol in Champions League, trova il pareggio su assist di Sidney Sam.

Borussia Dortmund – Olimpyque Marsiglia 2-3 (23′ Kuba, 32′ rig. Hummels, 45′ +4′ Remy, 85′ Ayew, 88′ Valbuena) FINALE

23′ – Prima rete al Westfalen. Kuba approfitta di una mischia nell’area del Marsiglia e con il destro batte Mandanda.

32′ – Bruttissimo infortunio per il capitano Sebastian Kehl. Colpo al volto da parte di Mbia autore del fallo da rigore realizzato da Mat Hummels.

45′ + 4′ – Accorcia le distanze il Marsiglia con il solito Remy. Splendido colpo di testa in tutto sul palo lontano (assist di Amalfitano)

85′ – Pareggio dell’OM con Andre Ayew. Gran colpo di testa su calcio d’angolo. Finale tutto da vivere.

88′ – Incredibile in Germania. Il Marsiglia si porta avanti 3-2 con un fantastico gol di Valbuena che con il destra dal limite trova l’incrocio dei pali e, al momento, gli ottavi di finale

Olympiakos – Arsenal 3-1 (15′ Djebbour, 36′ Fuster, 57′ Benayoun, 89′ Modesto) FINALE

15′ – Djebbour porta in vantaggio la squadra greca virtualmente agli ottavi. Frittata della difesa inglese, palla che arriva nei piedi dell’algerino che salta Fabiansky e deposita in rete.

36′ – Raddoppio dei biancorossi che sfruttano l’ennesimo errore della difesa inglese. Questa volta è Vito Mannone, entrato al posto di Fabiansky, a commettere una grossissima ingenuità consentendo a Fuster di calciare a rete con la porta completamente sguarnita.

57′ – Accorcia le distanze l’Arsenal con Youssi Benayoun. Gran gol per il diamante israeliano che sfrutta la sponda di Chamack e con il destro piazza sotto la traversa.

89′ – L’Olimpyakos chiude la partita con Modestò che a porta vuota chiude i conti contro l’Arsenal.

 

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it