Parma, che spreco! Per il Palermo…nebbia in val padana.

Creare cento e raccogliere uno. E’ questa la sintesi del match giocato dal Parma di Colomba contro gli ospiti del Palermo. Gli emiliani raccolgono un solo punto, al termine di una partita giocata a ritmi elevati e ricca di occasioni da gol. Il Palermo, forse poco avvezzo alla nebbia della Val Padana, non combina nulla in avanti mostrando un approccio di gara completamente svagato e poco incisivo.

Tra i giocatori offensivi del Parma c’è l’imbarazzo della scelta, per sancire il migliore: Biabiany, Morrone, Pellè, per finire (in bellezza!) con Sebastian Giovinco, autentico ispiratore, come suole essere, della formazione crociata. La prima occasione per i padroni di casa si registra al 12′ con un diagonale insidioso di Pellè, che sfiora la destra del palo. Il Palermo risponde dopo pochi minuti con Balzaretti, uno dei pochi (se non il solo) a guadagnare la sufficienza, tra gli uomini di Mangia. Il tentativo dell’esterno rosanero, però, viene ribattuto a dovere da Mirante. Al 25′, poi, comincia lo show di Giovinco, che con un’improvvisa conclusione da posizione ravvicinata cerca di sorprendere Benussi, ma l’estremo difensore rosanero respinge ottimamente. Appena un minuto più tardi, vi è un’altra occasione per i ducali, sempre con la Fomica Atomica, che, da fuori, calcia splendidamente, beccando però il palo. Al 34′ ci prova anche il buon Pellè dalla distanza, ma il suo sinistro termina fuori bersaglio. Poco prima del fischio di fine primo tempo, Morrone serve un assist al bacio, che Giovinco in area prova a battere di testa al volo. Pallone di poco a lato.

La ripresa comincia cosi come era finito il primo tempo, con un Parma ispiratissimo ed un Palermo praticamente assente. La formazione di Colomba schiaccia i siciliani nella loro metà campo e colleziona ben tre calci d’angolo nel giro di pochi minuti. Al 16′ Giovinco scarica in avanti per Pellè, che di tacco libera al centro dell’area Morrone. L’occasione è ghiotta, ma sfortunatamente per il Parma, il centrocampista ducale commette un fallo di mano nell’aggiustarsi il pallone. Al 19′ si fa rivedere la formazione rosanero con Balzaretti, che ci prova con un tiro sinistro da fuori area. Bella conclusione, ma Mirante è sulla traiettoria e blocca senza problemi. Il Parma, intanto, è instancabile. Al 27′ Giovinco fa paura con un sinsitro dalla distanza, che si spegne di poco a lato di Benussi. Subito dopo la formazione di casa vede negarsi l’atteso gol del vantaggio con una traversa di Valiani. Nulla da fare, però, per gli uomini di Colomba, che pur provandoci fino alla fine non trovano il guizzo vincente.

 

Il Parma sale quindi a quota sedici punti, a pari merito con Fiorentina e Chievo, e manca un bel balzo che l’avrebbe proiettata nella parte medioalta della classifica. La prestazione dei ducali, tuttavia, lascia ben sperare per il prosieguo della propria stagione. Il Palermo, reduce da una bella vittoria contro la Fiorentina, fa un grande passo indietro a livello di prestazione, ma trova comunque un prezioso pareggio che la fa salire a venti punti insieme al Napoli.

 


PARMA-PALERMO 0-0

Parma (4-4-1-1): Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Biabiany, Morrone, Galloppa, Valliani; Giovinco; Pellè (45′ st Masucci). A disp.: Pavarini, Santacroce, Rubin, Marques, Palladino, Crespo. All.: Colomba

Palermo (4-3-2-1): Benussi; Pisano, Silvestre, Migliaccio, Balzaretti; Acquah, Bacinovic (10′ st Bertolo), Barreto; Ilicic, Lores (21′ st Alvarez); Pinilla (39′ st Della Rocca). A disp.: Tzorvas, Cetto, Aguirregaray, Bollino. All.: Mangia

Arbitro: Banti di Livorno.
Ammoniti: Migliaccio (P).

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.