Mazzarri: “Calma”. Di Francesco a Romeo: “Ora mi siedo… a casa!” Espulso!

 

Nel dopo-partita il tecnico partenopeo mantiene un basso profilo: “Devo smorzare gli entusiasmi”. L’allenatore pescarese non si presenta ai microfoni, il suo destino sembra segnato. Cosmi, Mutti o Rizzo i papabili successori.

Dopo gara ricco di dichiarazioni, quello del San Paolo. Dopo il 4-2 sul campo mister Mazzarri non lascia spazio alla gioia:”Non ce la faccio a gioire, in questo calcio non ti puoi fermare. Si gioca tanto e devo trovare subito le parole per preparare le partite successive. Devo raffreddare gli entusiasmi, è il mio ruolo”. Poi, come liberandosi da un peso insormontabile parla dei suoi:”Sono contento per i vari Fernandez, Fideleff, Dzemaili. Stanno cercando di migliorarsi e di crescere e la partita che hanno disputato non può far altro che fortificare la loro autostima”.   Ma il livornese non si ferma al suo Napoli:” Il Lecce ha giocato una buona partita e ci ha messi in difficoltà nel primo tempo, il risultato è forse troppo severo nei loro confronti”. Tra quattro giorni c’è il Villareal:” Sarà dura, durissima. In Champions League nessuno regala niente, i premi in denaro per eventuali pareggi o vittorie sono troppo importanti, per tutti”. Infine torna sulla polemica del presidentissimo De Laurentiis su possibili regali milionari sull’asse Manchester-Villareal:” Ho paura dei miei avversari sul campo, non degli sceicchi”.

Parlano anche Lavezzi, stasera capitano:” Pandev sta dimostrando di che pasta è fatto, è un gran campione ed un valore aggiunto” Dzemaili:” Felicissimo del mio primo gol, dovevo dare un segnale dopo un inizio di stagione non positivo, ringrazio il mister per la chance concessami oggi” e Cavani:”Contento per i due gol ma non devo dimostrare niente a nessuno, devo solo giocare per la squadra, il resto conta poco”.

Tanta pioggia invece sul Lecce di Eusebio Di Francesco. Il tecnico pescarese non si presenta ai microfoni dei cronisti, la sua avventura nel Salento sembra essere ormai giunta al capolinea. Curiosa la sua espulsione sul campo all’87’ :  l’arbitro gli fa segno di rientrare nello spazio delimitato davanti alla sua panchina, lui ironico sul suo probabile esonero risponde:”Tanto ora mi siedo… a casa!” Romeo non ci pensa su due volte e lo invita ad “accomodarsi” fuori dal campo.

Sul futuro dell’ex centrocampista della nazionale ha parlato l’ad del Lecce Renato Cipollini:”Ci prendiamo 24-48 ore di tempo per riflettere sulla situazione. Ci sono state una serie di concause che ci hanno portato in questa difficile situazione, dobbiamo capire cos’è meglio per noi. Se decideremo di cambiare, il nuovo tecnico che arriverà dovrà sposare un contratto che arrivi fino a giugno. A questo punto abbiamo il 50 per cento di possibilità di salvarci.” Parole che non lasciano spazio ad ulteriori interrogativi.

Per la quasi inevitabile successione sulla panchina giallo-rossa il nome più accreditato è quello di Serse Cosmi con Mutti e Rizzo a seguire.

Per la squadra ha parlato Oddo:” Sono con il tecnico. Cambiare non gioverebbe a nessuno a questo punto del campionato.”

 

Condividi
Telecronista e opinionista radio/TV, già a SportItalia e addetto stampa di diverse società. Non si vive di solo calcio: ciò che fa cultura è la fame di sapere, a saziarla il dinamismo del corpo e del verbo. Email: vcoppola@mondosportivo.it