Lega Pro, i due recuperi in programma terminano entrambi per 1-1

Tra i match rinviati nelle scorse settimane a causa del maltempo, vi erano la sfida tra Andria e Bassano, per il girone B di Prima divisione e Savona-Alessandria, appartenenti al girone A di Seconda divisione.

AS ANDRIA-BASSANO VIRTUS 1-1. I pugliesi dell’Andria Bat vengono bloccati dal Bassano Virtus sull’1-1, con le reti di Umberto Del Core al 37′  (su rigore) per la formazione casalinga, e la rete  al 61′ di Gasparello, autore di una splendida punizione. Per gli ospiti è un risultato prezioso contro una diretta concorrente di tutto rispetto, ma la formazione di casa rimane con due punti di vantaggio in classifica, a sedici punti contro i quattordici del Bassano.

AS Andria: Sansonna; Pierotti, Meccariello, Zaffagnini, Contessa; Arini, Paolucci; Manco, Del Core (st 38’ De Giorgi), Comini (st 10’ Minesso); Gambino. A disp.: Berto, , Evangelisti, Berretti, Loiodice, Innocenti. All.: Di Meo

Bassano Virtus: Grillo; Martina, Basso, Scaglia, Ghosheh (st 34’ Maniero) ; Mateos, Caciagli, Morosini (st 34’ Lucca); Ferretti; Baido; Gasparello.  A disp.: Poli, Lorenzini, Lazzarotto, Longobardi, Guariniello. All.: Jaconi

ARBITRO: Aureliano di Bologna
RETI: pt 35’ Del Core (rig) (A), st 16’ Gasparello (BV)
Ammoniti: Caciagli, Morosini, Del Core, Paolucci, Manco, Baido, Pierotti, Mateos, De Giorgi
Espulsi: Manco

 

 

SAVONA-ALESSANDRIA 1-1. Il Savona di Amicone, dopo le recenti vicissitudini societarie che hanno agitato ambiente e giocatori, ha raccolto tutta la forza d’animo e professionalità scendendo in campo contro gli avversari dell’Alessandria.

Parte bene la formazione ligure, che dopo i primi minuti di studio sfodera il suo fendente portandosi in vantaggio con l’iniziativa personale di Garin. Poco dopo i padroni di casa provano il raddoppio con una punizione di Buglio, che sfiora l’incocio dei pali, vedendosi sfumare una grande occasione.

L’Alessandria prova solo timide incursioni senza mai rendersi realmente pericolosa. Nella ripresa gli ospiti, poi, gettano alle ortiche la possibilità di pareggiare i conti: al 52′, infatti, i piemontesi sbagliano un rigore concesso dal Direttore di gara centrando un clamoroso palo con Cammaroto. Il Savona continua a fare il suo gioco, ma non riesce a trovare il guizzo vincente per chiudere i conti. Al 77′, poi, l’arbitro fischia un altro rigore per la formazione allenata da Sonzogni. Questa volta la squdra piemontese non sbaglia e riacciuffa il risultato con la rete di Artico.

Poi più nulla di rilevante. Il Savona conquista un punto che serve solo a muovere la classifica, ma la situazione rimane critica essendo relegata in quart’ultima posizione con sedici punti (quattro punti di penalizzazione). Per l’Alessandria il pareggio frutta un bottino di diciannove punti (due di penalizzazione), a pari merito con altre quattro squadre, puntando ad intraprendere il percorso giusto che la porti lontano dalla zona calda.

Savona: Aresti, Materazzo, Marconi, Belotti, Antonelli, Mazzotti, Mezgour, Cazzamalli, Bottiglieri, Buglio, Garin. A disp.: Maragna, Gelfusa, Pellini, Rossi, De Martis, Del Genio, Cattaneo. All.: Amicone.

Alessandria: Servili, Daino, Sabato, Ciancio, Viviani, Cammaroto, Roselli, Segarelli, Nassi, Giardina, Fanucchi. A disp.: Bucuroiu, Miceli, Simeoni, Pandiani, Degano, Martini, Artico. All.: Sonzogni.

Arbitro: Daniele Bindoni di Venezia

RETI: 16′ Garin (S), 77′ rig. Artico (A)

 

 

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.