Napoli – Juve, le dichiarazioni dei protagonisti

Da Mazzarri a Conte, da De Laurentis a Pepe. Ecco le dichiarazioni a caldo di Napoli – Juventus 3-3.

WALTER MAZZARRI

Oggi il bicchiere lo vedo mezzo vuoto. Il primo tempo abbiamo dato spettacolo, ma nel secondo abbiamo pagato i troppi impegni. Per noi era la quarta partita consecutiva. Siamo calati e si è visto, anche se sul 3-1 pensavo di averla vinta nonostante le difficoltà dal punto di vista fisico. Dispiace perchè pensavo di averla vinta sul 3-1 e sul 3-3 c’è stato un passaggio del nostro difensore ad agevolare Pepe. Dal punto di vista della fortuna ci va tutto storto. Pandev? E’ un giocatore di altissimo livello, non ci stupisce, doveva trovare solo la condizione giusta“.

ANTONIO CONTE

Ci sono risposte importanti da parte di tutto il gruppo, se non ci fosse stato il cuore non avremmo rimontato. L’inizio è stato difficile: loro sono partiti forte e c’è stata qualche disattenzione da parte nostra. Oggi il Napoli e l’ambiente al San Paolo avrebbe stroncato qualsiasi squadra, sono orgoglioso di essere l’allenatore di questi ragazzi. Sono riusciti a gettare il cuore oltre l’ostacolo e oggi l’ostacolo era durissimo da superare. Una prova di forza da parte nostra“.

GORAN PANDEV

Il mio era sicuramente un problema di condizione, anche perchè nell’ultimo anno all’Inter non ho giocato tanto, poi sono venuto al Napoli grazie al presidente, al mister e al direttore che mi hanno fortemente voluto qui. Ho lavorato tanto, poi ho avuto questo infortunio ma adesso sto bene. Molto bello il secondo gol, peccato che non abbiamo portato a casa i tre punti. Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, poi visto che giochiamo ogni tre giorni la concentrazione è calata e sappiamo che la Juventus è una grande squadra“.

SIMONE PEPE

Non ero preoccupato, penso che quando ci metti l’anima e ti impegni al 100% i risultati arrivano – ha detto Pepe ai microfoni di Sky -. Non sono una mezzala, ma grazie all’aiuto dei compagni sono riuscito a fare bene. Quello di stasera è un pareggio che vale come una vittoria, con un gruppo così forte puoi giocare in qualsiasi ruolo. Comunque, mi sono trovato a mio agio quando c’era spazio, riuscivo a partire palla al piede, direi che mi sono anche divertito molto, Vidal e Pirlo mi hanno fatto da scudo quando ho attaccato. Stasera abbiamo dato il segnale che siamo un gruppo unito che non molla mai“.

AURELIO DE LAURENTIIS, PRESIDENTE DEL NAPOLI

Per me la gara di stasera si è chiusa 4-3, ma la classifica adesso non conta, alla fine vedremo dove saremo. L’assenza di Cavani non era prevista, ma ci ha fatto vedere Pandev non ancora con i 90′ nelle gambe, ma tornare al gol in quel modo che a me piace molto. Abbiamo lasciato la Juve di Del Neri con un 2-2, la ritroviamo con Conte avendo dominato nel primo tempo, poi nella ripresa ci sono state delle distrazioni perchè siamo affaticatissimi ed in questo la Juve è avvantaggiata dal fatto che gioca solo una volta la settimana, ma sono estremamente contento di aver recuperato Pandev. Se avesse giocato Cavani, lo avremmo riscoperto magari tra 3-4 settimane“.

ALESSANDRO MATRI

È stata una gara con aspetti positivi e negativi, ma il risultato è buono. Certo, non dobbiamo ripetere più prestazioni come quella del primo tempo, dobbiamo scendere in campo più convinti dei nostri mezzi. Abbiamo preso i primi due gol nel nostro momento migliore, ma siamo stati bravi a rimanere in partita e nel secondo tempo abbiamo ricominciato con voglia e determinazione per cercare di prendere questo punto importantissimo“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it