Attentato alla moglie di Tabarez: liquido infiammabile su viso e braccia

Ha passato ore drammatiche, nella giornata di ieri, Oscar Tabarez: la moglie dell’allenatore dell’Uruguay, infatti, è stata vittima di un attentato, riportando ustioni di 1° e 2° grado per il 25% del corpo. La donna non è in pericolo di vita ma resta in terapia intensiva, in attesa di valutare la gravità delle bruciature.

Secondo quanto descritto da El Paìs, Silvia Martínez, poco dopo esser uscita di casa, sarebbe stata aggredita da due persone in moto, con il viso protetto dal casco, che le avrebbero versato addosso, su viso, collo e braccia, un liquido infiammabile, per poi darle fuoco con un accendino. A chiamare i soccorsi è stato lo stesso Tabarez che, dopo aver sentito suonare il campanello di casa, si è ritrovato fuori dalla porta la moglie, distesa per terra e senza la camicia che indossava, probabilmente bruciata.

Nell’attesa che la polizia faccia chiarezza sulla vicenda, i sospetti cadono sulla ex governante di casa Tabarez: la donna, 29enne, è uscita di prigione meno di una settimana fa dopo essere stata condannata ad 11 mesi di carcere per aver derubato, proprio alla famiglia dell’allenatore uruguaiano, la somma di 500 mila dollari.

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it