L’immensa gioia dell’Apoel Nicosia

Il pareggio contro lo Zenit San Pietroburgo ha regalato all’Apoel Nicosia un’insperata e sorprendente qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Per la prima volta infatti una squadra cipriota accede alla seconda fase della massima competizione continentale, con la concreta possibilità di vincere il proprio girone.

Grande è la soddisfazione dei protagonisti della storica impresa, che nel dopo gara non riescono a contenere la propria felicità. Costantinos Charalembides, centrocampista della squadra cipriota ha infatti parlato di: “Giorno più bello nella storia del club. Non abbiamo ancora realizzato ciò che abbiamo fatto. Ringrazio i nostri tifosi”, mentre ancor più entusiasta è il potoghese Helio Pinto che ammette: “E’ un momento storico per il club e per noi giocatori. Non ci aspettavamo questa qualificazione”. Chiude poi il brasiliano Manduca, protagonista nel girone coi suoi gol: “E’ il miglior momento della mia carriera. Quando sono venuto a giocare a Cipro non immaginavo potesse succedere una cosa del genere. Speravo di giocare la Champions, ma qualificarsi agli ottavi era più che un sogno. Questa notte è accaduto un vero e proprio miracolo”.

Miracolo che ora si spera di continuare ad alimentare conquistando una vittoria nell’ultimo incontro contro il già eliminato Shakhtar Donetsk, e poi magari diventare la mina vagante di una Champions League che sta regalando emozioni e sorprese.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.