Non basta il solito Lavezzi. Un super Marchetti blocca il Napoli sullo 0-0

Porta stregata o portiere stregone? Forse entrambi, fatto sta che l’estremo difensore della Lazio, Federico Marchetti, ha sfoggiato tutto il suo repertorio contro i padroni di casa del Napoli. Il numero uno laziale ha tolto le castagne dal fuoco soprattutto nei minuti finali, quando la formazione di Mazzarri le ha provate tutte per sbloccare uno 0-0 troppo misero per i campani. La squadra di Reja, da parte sua, può dirsi soddisfatta del prezioso punto raccolto al San Paolo, e sale da sola in vetta, anche se per una sola sera, con ventidue punti.

Il match è partito a ritmi blandi da entrambe le parti, con un gioco molto impreciso e poco fluido. Evidentemente le due squadre hanno avuto paura di farsi male, ma tutto sommato è stato il Napoli ad aver avuto le occasioni più importanti, al 14′ con un colpo di testa di Campagnaro, e successivamente con i tentativi da fuori di Inler e Dzemaili.Per la Lazio, invece, solo due squilli, neanche troppo pericolosi, da parte di Cissè e Hernanes.

Nella ripresa la banda di Mazzarri è entrata con maggior convinzione e parte all’attacco  con uno scatenato Lavezzi, che nel giro di due minuti colleziona ben tre palle gol. Ma Marchetti c’è e ci mette una pezza con la sua maestrìa. Lavezzi, spostato sulla corsia mancina, si rivela però una vera spina nel fianco per la retroguardia laziale e continua a pungere fino all’ultimo, dispensando assist a Cavani e provando la conclusione personale. Proprio allo scadere dei minuti di recupero, il Pocho raccoglie anche una ribattuta della difesa ospite e costringe Marchetti al miracolo.

Nulla da fare, quindi, per gli uomini di Mazzarri. Nonostante ci abbia messo l’anima, la formazione casalinga è costretta a dividere la posta in palio, contro una Lazio poco coraggiosa , che, dopo i timidi tentativi della prima frazione, ha preferito barricarsi in difesa per amministrare il risultato.

 

TABELLINO

NAPOLI-LAZIO 0-0


NAPOLI: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Dzemaili (58′ Gargano), Dossena (73′ Pandev), Hamsik, Lavezzi, Cavani. In panchina: Rosati, Fernandez, Fideleff, Mascara, Lucarelli. All.: Mazzarri

LAZIO: Marchetti, Konko (50′ Scaloni), Stankevicius, Diakité, Radu, Brocchi, Ledesma, Lulic, Hernanes (50′ Matuzalem), Sculli (83′ Gonzalez), Cisse. In panchina: Carrizo, Stendardo, Cana, Rocchi. All.: Reja

Arbitro: Rizzoli

Ammoniti: Cissè, Radu e Stankevicius (L)

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.