Basta Fernandez in avvio
L’Uruguay espugna l’Olimpico: 1-0

L’Uruguay batte l’Italia uno a zero grazie a una rete di Fernandez in avvio. L’undici di Prandelli gioca un buon calcio, ma non riesce – nonostante tanta voglia e un buon gioco – a capovolgere la situazione. 

Per celebrare i 150 anni d’unità d’Italia, gli azzurri incontrano i detentori dell’ultima Copa America, gli uruguaiani di Oscar Tabarez. Prandelli cambia i terzini rispetto alla vittoria con la Polonia e affianca Osvaldo a Balotelli in attacco.

Tre minuti e l’Italia “sperimentale” è già sotto. Caseres sorprende Balzaretti, Fernandez anticipa la coppa centrale Chiellini-Ranocchia e supera Buffon con un bel diagonale. Retroguardia presa in contropiede ma che ha l’effetto di svegliare gli azzurri come una doccia ghiacciata. Al 35′ infatti  è Osvaldo a sfiorare il pareggio con  un colpo di testa che lambisce il palo. L’Italia insiste, e prova, nella ripresa, a trovare il gol del pari: alminuto 55′  la sgroppata di Maggio favorisce l’inserimento del neo-entrato Pepe, che impegna seriamente Muslera con un gran destro.

Ma non è l’unica parata decisiva dell’ex estremo difensore della Lazio: perché l’uruguaiano si supera sul tiro sporco di Federico Balzaretti, lanciato benissimo da De Rossi, ed evita agli azzurri di agguantare l’uno a uno. Nel finale, i sudamericani restano in dieci a causa del rosso sventolato ad Alvaro Pereira per doppia ammonizione. Alla fine vince l’Uruguay, che rovina la festa agli azzurri, che non perdevano in casa dal 2006 contro la Croazia.

L’Italia di Prandelli esce dall’Olimpico a testa alta: con questa squadra il futuro può essere ancora a tinte azzurre.

___

(Fonte: Sportitalia)